Ascolta l’infinito Fiorella Mannoia Testo e Accordi per Chitarra

Ascolta l’infinito Fiorella Mannoia Testo e Accordi per Chitarra

Gli Accordi della canzone:

Ascolta l’infinito è un singolo di Fiorella Mannoia del 1994.

INTRO: SOL DO SOL DO [4V]

SOL               DO                  SOL   DO RE
Potremo ancora giocare la partita del tempo
SOL        DO                SOL  DO
magari colorare qualche cartolina
SOL             DO            SOL
e nelle notti future buttarci via
                   DO                     
tenere il cuore lontano da ogni nostalgia
MIm                DO         RE       SOL RE
e questa voglia di caldo che arriva piano
MIm              DO        RE          SOL
e questa sete di vita  che prende la mano.

SOL DO SOL DO
 
SOL           DO                  SOL   DO  RE
Avremo tavoli pieni di persone contente
SOL           DO               SOL   DO
e fuori dei motori pieni di benzina
SOL              DO          SOL
e l’occasione di vivere fantasie
                DO                  
e di nascondere piccole malinconie
MIm              DO     RE      SOL       RE
ma la paura e la noia ritornano piano
MIm           DO      RE    SOL   RE     
la solitudine porta così lontano.

MIm                                   RE DO
Com’è difficile dire tutto quello che sento
                 LAm
tutte le piccole grandi verità
            SOL          RE
ed ogni movimento che mi cambierà
MIm                                   RE  do
e camminare così nell’infinito che ho dentro
                  LAm
che si modifica e cerca libertà
              SOL         RE
e chiede di capire quello che sarà
   MIm         SOL           DO  RE         DO      SOL
se parli piano puoi sentirlo già    ascolta l’infinito!

SOL DO SOL DO [2V]

SOL             DO                     SOL  DO   RE
Vedremo case tradite dal passare degli anni
SOL            DO             SOL   DO
ci sembreranno piccole dimenticate

SOL           DO            SOL
ritroveremo discorsi curiosità
                  DO                  
e quel dolcissimo male ci accarezzerà


MIm             DO       RE      SOL   RE
ma non avremo parole per dire dov’è

MIm           DO      RE     SOL   RE           
e l’abitudine porta così lontano.

MIm                                   RE   DO
Non è possibile dire tutto quello che accende
                  LAm
tutte le deboli e forti simmetrie
                  SOL      RE
che lasciano nell’anima le poesie
MIm                                    RE  do
e quella parte di noi che l’infinito nasconde
                  LAm
che ci modifica e vuole verità
           SOL         RE
e sa comunicare quello che sarà
   MIm           SOL          DO  RE         DO      SOL
se guardi dentro puoi vederlo già    ascolta l’infinito!


SOL DO SOL DO [AD LIBITUM]

Post a Comment