In Bianco e Nero Carmen Consoli Testo e accordi per chitarra

In Bianco e Nero Carmen Consoli Testo e accordi per chitarra

Do#m Si Faffafaaaahhhhh aahhh ahahaaahhhhh (due volte) Do#m Guardo una foto di mia madre Si era felice avrà avuto tre anni Do#m stringeva al petto una bambola Si il regalo più ambito. Do#m Era la festa del suo compleanno Si un bianco e nero sbiadito. Do#m Guardo mia madre a quei tempi e rivedo Si

Do#m                           Si
Faffafaaaahhhhh aahhh ahahaaahhhhh (due volte)
Do#m
Guardo una foto di mia madre
Si
era felice avrà avuto tre anni
Do#m
stringeva al petto una bambola
Si
il regalo più ambito.
Do#m
Era la festa del suo compleanno
Si
un bianco e nero sbiadito.
Do#m
Guardo mia madre a quei tempi e rivedo
Si
il mio stesso sorriso.

Fa#m     Sol#m      La        Re                            Fa#m  Sol#m   La  Re   Si
E pensare a quante volte l'ho sentita lontana e pensare a quante volte...
La        Re             La                Re
Le avrei voluto parlare di me chiederle almeno il perché
La      Re         Fa#m            Mi                                            La
dei lunghi ed ostili silenzi e momenti di noncuranza puntualmente
Re           La                  Re
mi dimostravo inflessibile inaccessibile e fiera
La             Re             Fa#m             Mi
intimamente agguerrita temendo una sciocca rivalità.

Do#m                           Si
Faffafaaaahhhhh aahhh ahahaaahhhhh
Do#m
Guardo una foto di mia madre
Si
era felice avrà avuto vent'anni
Do#m
capelli raccolti in un foulard di seta
Si
ed una espressione svanita.
Do#m
Nitido scorcio degli anni sessanta
Si
di una raggiante Catania
Do#m
la scruto per filo e per segno e ritrovo
Si
il mio stesso sguardo.

Fa#m        Sol#m        La              Re                 Fa#m  Sol#m   La  Re  Si
E pensare a quante volte l'ho sentita lontana e pensare a quante volte...
La       Re        La               Re
Le avrei voluto parlare di me chiederle almeno il perché
La          Re              Fa#m              Mi                                La
dei lunghi ed ostili silenzi e di quella arbitraria indolenza puntualmente
Re La Re
mi dimostravo inflessibile inaccessibile e fiera
La Re Fa#m Mi
intimamente agguerrita temendo l'innata rivalità.
Sim        Mi          Si                     Sim        Mi          Si
Le avrei voluto parlare di me chiederle almeno il perchè
Sim        Mi          Si                     Sim        Mi          Si
Le avrei voluto parlare di me chiederle almeno il perché
Cantarevolare
ADMINISTRATOR
PROFILE


Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Cancel reply

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos